Grazie ai Fondi Strutturali e di Investimento, le imprese possono proporre ai propri dipendenti, collaboratori e dirigenti Corsi di Formazione all’interno dell’azienda o fuori sede risparmiando sui costi. I Corsi finanziati risultano totalmente o in parte gratuiti per le aziende e i partecipanti perché coperti da fondi destinati dall’Europa, dallo Stato, dalle Regioni e dalle Province alle imprese per aumentare la competitività e lo sviluppo.

Contributi dell’Unione Europea

L’Unione Europea investe circa un terzo del proprio bilancio nei Fondi Strutturali Europei, come il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e il Fondo Sociale Europeo (FSE).

Contributi dello Stato

In Italia, ogni datore di lavoro versa all’INPS, per ciascun dipendente, uno specifico contributo (0,30% del monte retribuzioni). Questo denaro è destinato a finanziare la formazione continua, e viene “restituito” alle aziende attraverso il meccanismo dell’emanazione dei bandi e dell’approvazione dei progetti.

La gestione delle risorse è affidata ai Fondi Interprofessionali Paritetici per la formazione continua (come FondArtigianato, Fondimpresa, Fon.Coop, Fapi, ecc.), a cui tutte le aziende sono iscritte. Teoricamente un’azienda può candidarsi solo per bandi relativi al proprio Fondo Interprofessionale, di fatto però è possibile cambiare Fondo.

Come accedere ai finanziamenti

Per accedere ai finanziamenti, le aziende devono aderire a un bando, fra quelli continuamente proposti dai diversi organismi. E’ quindi importante innanzi tutto il costante monitoraggio di tutti i bandi, per poter individuare quelli più adatti alla propria impresa. Lo staff di Audio Innova comprende professionisti nel campo della formazione finanziata. Gli esperti affiancano le aziende in ogni fase del loro progetto formativo, dall’analisi del fabbisogno aziendale, alla consulenza sui bandi disponibili, all’elaborazione dei preventivi, all’utilizzo delle risorse rese disponibili dal Fondo, all’individuazione dei docenti, alla formazione vera e propria, a seconda delle necessità delle imprese. La corretta elaborazione del Piano Formativo, la conoscenza dei meccanismi e la presentazione del progetto secondo specifiche modalità rendono massima la probabilità di approvazione.